domenica 23 ottobre 2011

Le tasche grandi del cameriere..


Cade l’acqua. E una città si ferma. Ma non una città che si può fermare. Solo che si ferma lo stesso. Perché? Già, perché? Per tanti motivi e tutto sommato al cittadino viene chiesta una ragionevolezza ed una capacità di ascolto che quasi mai si trova quando è lui a chiederne. Quando è lui a chiedere comprensione. Allora ci si domanda perché mai uno dovrebbe fermarsi a comprendere di 74 millimetri di pioggia caduti in un’ora. Perché ci si dovrebbe tranquillizzare pensando che con i mezzi a disposizione è stato fatto il possibile. Che si tratta dell’eredità delle passate gestioni. Perché uno non si dovrebbe chiedere il motivo di centinaia di sponsorizzazioni e patrocini, invece di poche ma significative politiche socio-ambientali. Anche poche ma continue. Anche spendendo 1 euro se se ne hanno ha 2. Ma spendendo questo benedetto euro ogni mese e ogni anno per una pulizia degli argini, una auto ambulanza, una manutenzione periodica in più, un sistema di allerta, un quel che vi pare.. ma che si veda. E soprattutto che quando serve ci sia. Ci sia. E ci sia consentito, per una volta, da cittadini di sbattere i pugni. Di tapparsi le orecchie. Ed in paese guidato da imprenditori di farlo una volta tanto anche noi, e di non voler sentire ragioni ma fatti. Di non volere scuse, ma gente che da domani debba mandare il proprio curriculum in giro. E invece no. Fino alla prossima pioggia. Sarà folle ma pensavo che alla base dello scegliere di vivere insieme, di rinunciare ciascuno a qualcosa, ci fosse poi la convenienza, il beneficio, anche l’orgoglio, di stare meglio tutti. Sarà folle ma pensavo che chi di mestiere (attenzione, retribuito) dovesse almeno provarci a rendere questo possibile, pagasse in caso di fallimento. Invece si paga, se si paga, solo una volta ogni quattro anni e se il cameriere ha abbastanza memoria e tasche così capienti da conservare gli scontrini. Ottimo ristorante per il gestore, ma destinato al fallimento.  

Nessun commento:

Posta un commento