mercoledì 20 gennaio 2016

Non un solo giorno invano..

Fai una cosa.
È semplice.
Non ti accontentare. Non ti fermare. 
Falla in apnea 'sta cosa, se ce la fai. E se non ce la fai, fai in modo di riuscirci.
Apnea non è di corsa; è ogni istante gonfio. Gonfio, anche se di riposo.
Decidi cosa ti piace e persegui quell'obiettivo. E se poi non riesci a decidere, prova. Prova tante cose.
Assaggia. Conosci. Studia. Bacia. Fallo adesso. Fallo subito. E poi quel che ti piace verrà incontro a te.
Cammina a piedi scalzi, e tocca l'erba. Abbraccia alberi. Abbracciare alberi fa bene. Proprio la corteccia sulla pelle fa bene.
Odora l'aria.
E se sei di fronte al mare chiedi scusa.
Al cospetto della montagna abbi paura. Abbi rispetto è poco. Abbi paura. Un sentimento sincero, che ti parta da dentro, non dalla testa. Il rispetto parte dalla testa, e non va bene.
Sbaglia.
Sbagliare fa parte del gioco. Sbaglia molto. Se ferisci chiedi scusa.. anzi, fai di più, allevia la sofferenza. Anzi, fai di più, insegna agli altri.
Gli altri..
Ecco.. gli altri. Quelli sì, rispettali. Ed amali. Ed anche se li odi, comprendili. Provaci almeno, e sarà qualcosa che ti renderà ricco. Migliore. Fino a domani. Quando, sempre in apnea, farai altro. E sarai migliore di te oggi.
Ricorda. Perché nel passato, nelle sue pieghe, ci sono le cose più brutte e quelle più belle.
Finora.
E sogna. Per tutto quel che è dietro l'angolo e ti sta aspettando.
Guarda negli occhi una mucca. Carezza un cavallo. Fatti sbavare da un cane e strofina un gatto, se te lo permette.
E poi decidi tu.
In coscienza.
Pianta qualcosa. Qualsiasi cosa. E prenditene cura. E gioisci quando, dopo l'inverno, risorge. 
Impara. 
Dai bambini, dagli anziani, dagli uccelli, dai libri, dal sudore della gente. Dalla fatica.
Impara dalla malattia, e stai attento che di solito non ripete.
Fai questo e fallo ora. Fallo ieri.
Semplicemente non un solo giorno invano.

Nessun commento:

Posta un commento